HomeQuestioni di scarti; Giovanni Fontana

Questioni di scarti

Questioni di scarti

Giovanni Fontana

Polìmata 2012

ISBN 9788896760253

194 pagine, filorefe

Euro 10,00 (edizione cartacea)

 

in copertina: Giovanni Fontana, Zzoc, 2007

collana: ultra/corpi – collana di prose

 

Emerge come da una faglia, la scrittura di Giovanni Fontana, e si sparpaglia lungo i traversi crinali dello scarto. Tema capitale del vivere collettivo, è qui l’oggetto di un rovello linguistico e di una costruzione verbovisiva incandescenti. E la furia della parola – percorsa da sussulti, battiti, corrispondenze e frizioni – pronuncia il grido sgomento di fronte al «paesaggio dell’esplosione», davanti a quella «waste land» che affiora, e s’accumula, ai bordi delle nostre esistenze. Le questioni pronunciate scavano nelle macerie per mettere a fuoco, con successive approssimazioni, quel cannibalesco «desiderio del desiderio» che muove i nostri gesti, presi dentro il «gorgo di oggetti» che calamita l’orizzonte contemporaneo. Fontana inarca la sua voce in una scrittura verbale e visiva franta e prensile, in dispacci che ci indicano che, alfine, «i rifiuti sono corpi nostri», guaste e dissipate propaggini di «noi rifiuti urbani».

Recensioni e link a "Questioni di scarti"

Questioni di Scarti ha vinto
il Premio Feronia per la Letteratura 2013

Premiazione Feronia 

Giovanni Fontana su Wikipedia

Tutto su Giovanni Fontana

Il libro presentato a Pagine & Caffé
recensito su Scene Contemporanee

Una bella intervista di Michele Fianco
su Scuola di scrittura Omero

Una recensione di Stefano Docimo
su: Le reti di Dedalus

La recensione di Giulia Nicolai su: il Verri
(l'articolo si aprirà come file di immagine)

Una breve nota sul blog Via delle belle donne

La recensione di Luca Manichetti su Lankelot

L'articolo di Jacopo Marchisio,
sul numero 117-118 di Resine.

Pensieri di cartapesta su Questioni di scarti
di Martina Baratta 

Su Imperfetta Ellisse, un micro saggio
di Giacomo Cerrai, con immagini e testi.

Giovanni Fontana

Giovanni Fontana (Frosinone, 1946) è un poeta e un performer che lega la sua attività di scrittore a ricerche in campo sonoro e visivo. La sua produzione nei settori della poesia sonora e della poesia visiva è particolarmente ampia.

Residente ad Alatri, dove svolge la professione di architetto, ha teorizzato la "poesia pre-testuale", forma poetica di scrittura aperta all’interdisciplinarità. La "poesia pre-testuale" si pone, infatti, come un progetto di performance da integrare, durante l’azione, con i più disparati linguaggi visivi, sonori, gestuali, ecc.

È autore di romanzi sonori, dove la prosa è sostenuta da strutture ritmiche particolarmente accentuate. Tra questi si collocano Tarocco Meccanico (1990) e Chorus (2000).

Ha fatto parte della redazione di Tam Tam, la rivista fondata nel 1972 da Adriano Spatola e Giulia Niccolai. Con loro e con Arrigo Lora Totino, Milli Graffi, Sergio Cena ed altri poeti sonori, ha costituito nel 1979 il gruppo Il Dolce Stil Suono.

Nel 1987 ha fondato la rivista di poetiche intermediali La Taverna di Auerbach e successivamente l'audiorivista Momo Ha fatto parte delle redazioni di Altri Termini e dell'audiorivista Baobab (dopo la morte del suo fondatore Adriano Spatola). Attualmente è redattore delle riviste internazionali Doc(k)s (Francia) e Inter (Canada). Dirige anche Territori, rivista di architettura ed altri linguaggi, edita dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Frosinone.

Ha proposto performance di poesia sonora in festival italiani e stranieri, toccando le più importanti capitali del mondo: da Parigi a New York, da Tokyo a Shanghai. Ha preso parte a numerose rassegne internazionali di poesia visuale, tra le quali XVI Bienal de São Paulo (1981), XI Quadriennale di Roma (1986), Vitalità della Poesia Visiva Italiana (Mercato del Sale, Milano 1987), Libri e pagine d'artista in Italia (Forte Belvedere, Firenze 1989), Scrittura e visualità (Biblioteca Nazionale Centrale, Firenze 1993), Musica e no (Santa Maria della Scala, Siena e Palazzo Ducale, Mantova 1998), Poesia Totale(Palazzo della Ragione, Mantova 1998), Leonardo in action & poetry (Museo Ideale, Vinci 2001), Brain Academy Apartment (50a Biennale di Venezia, 2003), Poeti XXL.Maestri europei della Poesia visiva (Chiari, Brescia, 2006), Biennale di Malindi (Malindi, Kenya, 2006), Padiglione Italia (con Hermes Intermedia, 54ª Biennale di Venezia, 2011).

Nel 2011 ha scritto il testo di Elegia per l'Italia, opera composta da Ennio Morricone per il centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia, eseguita per la prima volta in occasione della festa del primo maggio nel concerto di Piazza San Giovanni a Roma, con la collaborazione dell'Orchestra Roma Sinfonietta e con l'accompagnamento del Nuovo Coro Lirico Sinfonico Romano.

Ti consigliamo!

Quando gli uomini non avevano le ali

Quando gli uomini non avevano le ali

Cristiano Quagliozzi

Polìmata 2013

ISBN 9788896760352

Euro 30,00

Scopri dettagli

Ultima Uscita!

Canti gravitazionali

Bambini ad oltranza

Cristina Chiarato

Polìmata 2015

ISBN 9788896760512

Euro 11,00

Scopri dettagli!

Vai all'inizio della pagina